Salta al contenuto principale

PayER - PagoPA: novità e stato dell’arte

tastiera

Il servizio PayER ha visto diverse novità negli ultimi mesi del 2018 e allo stesso tempo intense attività di Lepida in termini di supporto e di attivazione dei servizi degli Enti. Infatti, a fine novembre 2018 è stato integrato il nuovo componente WISP 2.0 di pagoPA, secondo la tempistica stabilita dall’Agenzia per l’Italia DIgitale (AgID), che ha introdotto tre importanti elementi di novità nell’interfaccia di pagamento verso l’utente finale. Si tratta: 1) della compatibilità di tutto il processo di pagamento con i dispositivi mobili; 2) della possibilità per il cittadino di registrarsi memorizzando i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) e gli strumenti di pagamento preferiti; 3) dell’implementazione, in alcuni casi, di vero e proprio POS virtuale, evitando al cittadino di essere ulteriormente rediretto verso i servizi web del PSP scelto. Lepida ha lavorato a lungo insieme ad AgID per implementare e testare l’integrazione di PayER con il WISP 2.0 definendo anche una soluzione transitoria per l’Emilia- Romagna, in attesa di una soluzione strutturata da parte di AgID, per garantire ai cittadini la possibilità di fruire delle condizioni economiche agevolate già ottenute da Lepida in termini di importi ridotti di commissione per le carte di credito o azzerati nel caso di Enti che si accollano i costi di commissione, come la Regione per i ticket sanitari. L’introduzione di tutte queste novità è stata accompagnata da un incremento delle richieste di assistenza da parte dei cittadini e di supporto dagli Enti anche per la gestione di alcune ripercussioni sul funzionamento di alcuni pagamenti e sui meccanismi di quadratura. Per quanto riguarda le attivazioni dei servizi, Lepida sta supportando molti Enti nelle attività derivate dalla scadenza del 31 dicembre 2018, che era stata fissata come il termine per l’attivazione di tutti i pagamenti pagoPA, compresi quelli “attivati presso i PSP”, cioè il cosiddetto “Modello 3” di pagoPA. Sebbene sia opportuno segnalare che questa scadenza è stata prorogata di un anno dal DL 135/2018, si invitano gli Enti a contattare Lepida per pianificare e implementare  quanto previsto nelle normative in tempo utile e con le dovute azioni di comunicazione e verifiche previste da AgID. Vale la pena ricordare che il Modello 3 di pagoPA prevede che l’esecuzione del pagamento da parte del cittadino possa avvenire presso le infrastrutture  messe a disposizione dai PSP quali, ad esempio, sportelli ATM, applicazioni di Home banking e mobile payment, uffici postali, punti della rete di vendita dei generi di Monopolio (Tabaccherie), SISAL e Lottomatica, casse predisposte presso la Grande Distribuzione  Organizzata, etc. Lepida ha già completato le attività per l’attivazione in produzione su PayER di 7 Enti, per un totale di 11 servizi, e sono in corso di attivazione altri 16 Enti per 28 servizi.

Data di pubblicazione
04-02-2019